Restauro e Musealizzazione della Fornace

Home / Restauro e Musealizzazione della Fornace

 

Il progetto di restauro della fornace Coccapani rientra nel percorso di valorizzazione del centro storico che l’Amministrazione Comunale ha intrapreso ormai da alcuni anni e che ha previsto, a partire dal 2000, il restauro e consolidamento della Torre Upezzinghi, lo scavo archeologico (2001) e il restauro della Torre Mozza (2006), l’indagine archeologica preventiva alla ripavimentazione di Piazza Carlo Alberto (2008) ed infine il consolidamento e restauro della “torre alla Fornace”, con l’intervento archeologico e lo studio delle murature (2012-2013) propedeutico al progetto di recupero dell’intero complesso della fornace Coccapani.

Il progetto, attuato con Finanziamento Regionale a seguito di Decreto Dirigenziale della Regione Toscana n. 4135 del 30.07.2010 e cofinanziato dal Comune (PI _17_CULT Antichi Mestieri Museo della Ceramica) si è caratterizzato per la proficua collaborazione tra il Comune di Calcinaia, con il fattivo apporto dell’Ufficio Tecnico (RUP Arch. Cinzia Forsi), gli enti preposti alla tutela, ovvero la Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana (SBAT) e la Soprintendenza per i Beni Architettonici, Paesaggistici, Artistici, Storici ed Etnoantropologici per le province di Pisa e Livorno (BAPSAE), i professionisti incaricati: Progettista e Direttore Lavori Arch. Valerio Baggiani, Collaudatore Arch. Cappelli Paolo, gli Archeologi che hanno diretto sul campo le operazioni di scavo e lo studio dei materialioltre alle analisi delle architetture, Dott. Antonio Alberti e Dott.ssa Monica Baldassarri, la ditta esecutrice dei lavori Napoleone Chini srl.

L’obiettivo principale del progetto di valorizzazione di una porzione così importante dell’antico castello basso medievale di Calcinaia è stato il recupero della memoria storica, finalizzato non solo a rinvigorire il legame col passato dei calcinaioli doc ma anche a raccontare alle nuove generazioni e alle tante famiglie che negli ultimi hanno si sono qui stabilite la storia di Calcinaia, quella più antica, con le vestigia del castello in mattoni costruito alla fine del XIII secolo ad opera della Repubblica Pisana, e quella più recente, con le fornaci Coccapani, testimonianza di una delle manifatture artigianali tra le più importanti nel panorama della produzione ceramica del Basso Valdarno tra XVIII e XIX secolo.

Il lungo processo di recupero è iniziato con lo scavo archeologico diretto dalla SBAT, che ha permesso di determinare le varie fasi di attività svolte dalla fornace fino ad arrivare ai momenti di frequentazione medievale legate alla presenza della torre d’angolo del castello. Il successivo intervento di studio delle architetture dell’intero complesso, precedente all’inizi del vero e proprio restauro degli edifici (seguito dalla BAPSAE), ha permesso di riportare a nuovo splendore un angolo del paese che con il tempo era stato nascosto da tutta una serie di superfetazioni che ne impedivano la visibilità e il corretto uso.